Cannabidiolo (CBD, CDB): Benefici, effetti sul corpo e proprietà della cannabis light

Posted on , by Laurence Dubois
Categories:
comment utiliser les produits à base de CBD ou CDB

Introduzione

I benefici del CBD in Francia

I prodotti a base di cannabidiolo (CBD) stanno diventando sempre più popolari tra i consumatori e i ricercatori. Il CBD, o cannabidiolo, è il secondo cannabinoide più importante presente nelle piante di cannabis e ha dimostrato di avere diversi usi terapeutici.

Tuttavia, a differenza del suo più noto cugino THC, il CBD non è tossico, il che significa che non fa sballare. I fitocannabinoidi, come il CBD, sono molecole che contengono diverse proprietà terapeutiche, tra cui le più studiate sono i loro effetti antinfiammatori, antiossidanti, analgesici, neuroprotettivi e ansiolitici.

Fiori:

Oli:

Qual è la differenza tra THC e CBD?

CBD vs THC

CBD e THC sono i due
cannabinoidi più comuni
presente nelle piante di cannabis. Il CBD ha un potenziale terapeutico maggiore rispetto al THC, in quanto non produce effetti psicoattivi. Ma non pensate che questo significhi che il THC manchi di potenziale terapeutico: è solo che gli effetti psicoattivi del THC possono essere meno desiderabili per i pazienti o gli individui in determinate situazioni.

A differenza del CBD, il THC agisce sui nostri
recettori endocannabinoidi
Per questo motivo molte persone apprezzano i suoi effetti psicoattivi. Questa azione aiuta a combattere l’ansia nelle persone che vivono in condizioni di stress e preoccupazione. Tuttavia, questa azione potrebbe non essere auspicabile per le persone che soffrono di altre forme di ansia.

Da dove proviene il CBD?

Coltivazione e allevamento di CBD

La pianta di Cannabis Sativa L. possiede oltre 500 composti naturali e più di 120 cannabinoidi, tra cui il cannabidiolo (CBD). Alcuni esperti sostengono che il CBD potrebbe essere una “vera e propria farmacia in una pianta”. Altri cannabinoidi sono stati studiati per anni, tra cui il tetraidrocannabinolo (THC), il cannabinolo (CBN), il cannabigerolo (CBG) e molti altri.

Per molti secoli, gli esseri umani hanno utilizzato la pianta di cannabis per tessuti, stoffe, carta e per scopi medicinali; infatti, è stata regolarmente coltivata fino al XX secolo. Nel 1937, il governo statunitense lanciò una campagna di proibizionismo che portò alla totale proibizione della cannabis.

Per dimostrare la pericolosità della cannabis, il governo statunitense ha investito molti fondi di ricerca nello studio della pianta, ma non è riuscito a dimostrarne la pericolosità. Al contrario, hanno riscontrato un valore terapeutico e un danno minimo.

Un cambiamento in vista…

Nonostante le prove scientifiche e senza alcuna giustificazione, nel 1961 la pianta di cannabis è stata classificata come sostanza pericolosa e priva di valore terapeutico. In questo quadro giuridico, era quasi impossibile fare ricerca sulla pianta di cannabis. Tuttavia, negli anni ’60, il ricercatore israeliano Raphael Mechoulam riuscì a isolare e sintetizzare le strutture di THC e CBD.

In seguito a questa scoperta, la ricerca sui trattamenti a base di cannabinoidi ha iniziato a prendere piede. È culminata negli anni ’90 con la scoperta che gli organismi umani e animali hanno recettori specifici per i cannabinoidi e producono anche i propri cannabinoidi.

Ma cosa giustifica ora il successo della CDB?

cbd uso quotidiano

Negli ultimi 20 anni, i ricercatori hanno esaminato più da vicino il CBD. Questo ha portato a un’ampia gamma di studi sugli effetti del CBD, sia in laboratorio che sull’uomo.

Man mano che venivano condotti altri studi, gli esperti si sono interessati all’uso del CBD per alcuni sintomi della sclerosi multipla. Ma la storia di Charlotte Figi, una giovane donna americana affetta dalla sindrome di Dravet, una rara forma di epilessia, ha sicuramente contribuito a fare la differenza.

Nonostante la mancanza di risposta ai farmaci e il fatto che Charlotte non avesse praticamente alcuna funzione cognitiva o fisica, i suoi genitori decisero infine di provare a darle l’olio di cannabis.

Il risultato è stato incredibile! Charlotte ha smesso quasi completamente di avere crisi epilettiche, ha iniziato a camminare e a nutrirsi da sola. Ha vissuto senza crisi per alcuni anni prima di morire di polmonite all’età di 13 anni.

La sua storia ha incoraggiato un aumento esponenziale della ricerca sulla cannabis, che ha scoperto che può trattare ansia, infiammazione, dolore, epilessia e spasmi.

In occasione della riunione del Comitato di esperti sulle tossicodipendenze del 2017, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato che il CBD non crea dipendenza, non danneggia la salute e ha un grande potenziale terapeutico e medicinale.

In risposta, l’OMS ha raccomandato alle Nazioni Unite di riclassificare la CBD dal suo attuale status di sostanza controllata e di stabilire in ogni Paese un quadro normativo per la produzione e la vendita. Oggi, un farmaco chiamato
Epidiolex
a base di CBD è in vendita in Francia per il trattamento dell’epilessia nei bambini.

Quali sono le proprietà del CBD?

benefici terapeutici CBD

Il cannabidiolo ha molte proprietà. Mentre alcune sono già consolidate, altre sono ancora in fase di studio. Attualmente, le proprietà terapeutiche più importanti del CBD, o cannabidiolo, sono le seguenti:

  • Antinfiammatorio
  • Analgesico
  • Antiossidante
  • Ansiolitico
  • Anticonvulsivo
  • Neuroprotettore
  • Anti-nausea e anti-emetici

Resina:

Il CBD ha dimostrato di essere un trattamento efficace per molte condizioni mediche. Il
Il CBD può aiutare ad alleviare malattie come il cancro
sclerosi multipla, morbo di Crohn, epilessia, dolore neuropatico, ecc.

Secondo alcuni studi, il CBD riduce anche i livelli di stress e ansia nei pazienti affetti da varie patologie. Oltre a questi benefici, può anche aiutare a prevenire le malattie cardiache abbassando la pressione sanguigna e prevenendo l’aterosclerosi (indurimento delle arterie). Può anche proteggere dall’ictus inibendo l’aggregazione piastrinica.

In che modo il CBD influisce sul nostro corpo?

A differenza degli altri principali fitocannabinoidi – tetraidrocannabinolo (THC), cannabigerolo (CBG), cannabicromene (CBC) – il cannabidiolo (CDB) non stimola o inibisce direttamente i recettori endocrini. Il CBD agisce invece sul sistema endocannabinoide in modo più blando, aumentandone l’efficacia.

In effetti, il CBD agisce come una sorta di stimolante per il sistema ECS: stimola l’attività del sistema quando è necessario e lo calma quando è troppo attivo. Questa azione indiretta permette al sistema ECS di regolare i processi in modo più efficiente.

Perché il CBD agisce sul nostro corpo?

Il nostro corpo produce endocannabinoidi, così come le piante. La produzione di queste sostanze chimiche contribuisce a mantenere l’equilibrio dei nostri sistemi biologici. I prodotti contenenti CBD aiutano a mantenere l’ECS, che regola importanti processi fisiologici nel corpo, dal metabolismo all’umore, e ci aiuta a vivere in modo più sano in tutti i settori.

Moonrock:

Con l’aiuto della cannabis light è possibile ridurre i sintomi di alcune malattie. Anche gli animali domestici traggono beneficio dai farmaci derivati dalla cannabis.

Quanto tempo ci vuole perché il CBD faccia effetto?

Il CBD offre molti benefici per la salute

La risposta breve è che dipende. Ci sono molte variabili che possono influenzare il tempo necessario al CBD per fare effetto, come la quantità e le modalità di assunzione. Vi sono poi altri fattori che contribuiscono a determinare la durata della permanenza del CBD nel sistema.

Di seguito sono riportati alcuni elementi da considerare quando si esamina la durata dell’effetto del CBD:

Il metodo di assunzione: la via sublinguale è generalmente più rapida della digestione.

La quantità consumata: dosi più elevate richiedono generalmente più tempo per agire, ma tendono anche a durare più a lungo.

Dosaggio del prodotto: i prodotti a basso dosaggio funzionano più rapidamente, ma per ottenere la massima efficacia possono essere necessari prodotti a più alto dosaggio.

Come utilizzare la CDB?

come utilizzare il CBD o i prodotti a base di CBD

Non è facile immaginare come utilizzare un prodotto con così tanti benefici. Abbiamo raccolto alcuni dei modi migliori per utilizzare il CBD e i prodotti necessari per farlo.

Ad esempio, il modo più comune di utilizzare l’olio di CBD è quello di metterne delle gocce sotto la lingua. È necessario trattenere il liquido per almeno 60 secondi prima di ingerirlo. Questo modo di utilizzare il CBD è chiamato anche uso sublinguale e si è dimostrato uno dei metodi più efficaci.

Oli:

L’uso sublinguale aiuta a ridurre stress, ansia, dolore, infiammazione, insonnia e molto altro! È anche possibile aggiungere gocce di CBD al cibo, ma questo metodo non è molto efficace, poiché l’apparato digerente non assorbe tutti gli ingredienti e si perde molto nel processo.

Un’altra ottima opzione per chi vuole ottenere tutti i benefici del CBD è quella di vaporizzarlo, soprattutto se si tratta di fiori o resina di CBD. La vaporizzazione consente di inalare i cannabinoidi direttamente nei polmoni e di assorbirli immediatamente nel flusso sanguigno, rendendolo un metodo ad azione molto rapida.

Moonrock:

È inoltre possibile applicare creme o oli per via topica per eliminare condizioni della pelle come acne, psoriasi, eczemi, secchezza o persino rughe! La crema al CBD idrata la pelle e ne migliora le condizioni.

Come ci si sente ad assumere CBD?

La domanda più frequente che ci viene posta è: “Come si sente il CBD?”. La risposta a questa domanda è che il CBD non fa sentire sballati, come invece fa il THC.

Dolci:

Questo perché sia il CBD che il THC interagiscono con il sistema endocannabinoide in modi diversi. Si può quindi dire che il CBD agisce come un integratore che aiuta il corpo a fare ciò che deve fare. Invece di sballare, questa molecola di cannabis fa sentire meglio.

Chi può assumere il CBD?

chi può assumere CBD

Chiunque voglia beneficiare degli effetti terapeutici della cannabis senza sballarsi può usare il CBD. Si può usare anche se si cerca un modo per ridurre l’ansia, migliorare la qualità del sonno o alleviare il dolore.

Crema:

È disponibile in molte forme, tra cui tinture, oli, balsami e prodotti commestibili come i dolci al CBD. Si può trovare anche sotto forma di pillola o di pomata per uso topico. Se siete alle prime armi con il CBD, è meglio acquistare una piccola quantità e giocare con i livelli di dosaggio fino a trovare quello che funziona meglio per il vostro corpo.

Volete quindi scoprire le meraviglie dei prodotti a base di CBD in modo legale? Non esitate a sfogliare la nostra selezione di prodotti CBD biologici nel nostro negozio online. Troverete sicuramente qualcosa di vostro gradimento. Il nostro
fiori di cannabis light
i prodotti sono legali al 100%, biologici e contengono meno dello 0,2% di THC, in conformità con la legislazione. Quindi concedetevi un regalo!